Search
Search Menu

Domande e paure sul babywearing

Hai delle domande su babywearing?

Hai dubbi e paure?

Ecco la risposta ai quesiti più comuni…

Se lo tengo in fascia potrei viziarlo?

No, i primi 9 mesi del bambino richiedono una presenza costante del genitore per aiutarlo a crescere nel mondo esterno, così diverso dalla pancia della mamma.

Ha bisogno di contatto, coccole e rassicurazione, per acquistare fiducia in sé e sentirsi pronto a esplorare il mondo. La fascia è uno strumento, che può aiutarti a risolvere alcune situazioni, una delle possibili soluzioni per calmarlo.

E se poi mi cade?

Messa correttamente la fascia è sicura, l’aiuto di una persona espressamente formata ti aiuta ad acquisire sicurezza.

Rischio di stringerlo troppo e soffocarlo?

Portare in fascia è naturale come tenere il bambino in braccio: osserva il tuo bambino che ti saprà dire che cosa preferisce. I criteri di sicurezza e la check list che ti propongo in consulenza sono fatte apposta per darti la tranquillità che cerchi.

E se gli viene la schiena storta?

Gli esseri umani hanno bisogno di cambiamento: tu stessa leggendo queste righe stai cambiando spesso posizione. Portare in fascia è uno strumento che ti offre libertà di movimento e indossata correttamente non reca alcun danno al bambino. Le sue esperienze in posizioni diverse e superfici varie gli consentiranno di rinforzare la muscolatura nella maniera più fisiologica.

Se messa correttamente e usata con criterio, la fascia offre al bambino alternative di posizione assecondando anche il suo desiderio di guardarsi intorno.

Non sono capace, non ho manualità

Tutti abbiamo imparato a leggere, scrivere, andare in bicicletta.

È possibile imparare ogni nuova abilità con una guida accanto che ti sostiene nelle incertezze e ti aiuta a imparare dagli errori.

Al mio bambino non piace

Il pianto o l’agitazione in fascia sono segnali che il bambino manda per comunicare una difficoltà, ma non sempre sono segno di disagio legato alla fascia.

Imparare a leggere i segnali del neonato aiuta a comprenderne il pianto e a rispondervi in maniera più pronta e competente.

A volte il bimbo ha solo caldo, fame o cerca di scaricare la tensione. Altre volte l’uso della fascia evidenzia tensioni muscolari non ancora notate nel libero movimento; ti offre quindi occasione di intervenire dove necessario con uno specialista.

Hai altre domande sul babywearing?

Hai ancora dei dubbi sul babywearing?

Contattami.

Essendo una Consulente del Portare ®, posso rispondere a tutte le tue domande tramite consulenze individuali o corsi di gruppo. Ma puoi anche partecipare a uno dei corsi introduttivi gratuiti che organizzo periodicamente.

Se vuoi saperne di più sui servizi e corsi che offro, dai un’occhiata alla pagina dei servizi: